Da oggi è più facile leggere i commenti

06/03/2010 - Alcune piccole modifiche nel giornale renderanno più interessante la vostra esperienza su queste pagine, specialmente per quanto riguarda la lettura dei commenti.

La novità che salta più velocemente agli occhi è il cambiamento del colore dei commenti la seconda volta che si legge un articolo.
Se leggiamo un articolo con 5 commenti e dopo qualche ora torniamo sulla stessa pagina ed i commenti son diventati 6, vederemo i primi 5 commenti in grigio, per segnalarci che li abbiamo già letti, ed il sesto in nero, per evidenziarlo subito.

Sempre per facilitare la lettura dei commenti, abbiamo rinnovato la funzione \"da tenere d\'occhio\" \"eye\". Quando un articolo che abbiamo contrassegnato con questa funzione viene commentato da qualcuno ci viene notificato, tramite una campana nella parte superiore del sito, che ci sono nuovi commenti ed ci vengono indicati gli articoli con i nuovi commenti.
Sarà sufficiente commentare un articolo, o indicarlo con la funziona \"mi piace\" \"heart\", e l\'articolo verrà automaticamente inserito nella lista degli articoli che vogliamo tenere d\'occhio.

Se volgiamo commentare un articolo, ma non ne abbiamo tempo, possiamo cliccare l\'icona \"da commentare\" \"commentare_on\" e la prossima volta che entreremo sul sito ci verrà ricordato il nostro proposito, con la solita campana.

Queste funzioni, per ovvi motivi tecnici, sono riservate agli utenti registrati.
Potete verificare che la funzione sia attiva o meno dal bordo dell\'icona: se c\'è un bordino grigio, la funzione è attiva.

Le altre icone che trovate in fondo agli articoli sono più immediate e servono:
per inviare l\'articolo ad un amico \"friend\"
per salvarlo in pdf \"pdf\"
per stamparlo \"print\"
e per segnalarlo sui più noti social network (un\'icona per ogni social network).
Queste funzioni sono disponibili per tutti.





Questo è un editoriale pubblicato il 06-03-2010 alle 20:27 sul giornale del 09 marzo 2010 - 3529 letture

In questo articolo si parla di attualità, michele pinto, editoriale


Michele,<br />
dovrò cancellarti dalla lista dei miei migliori amici:<br />
ho letto le modifiche (migliorie). Dovrò studiare di nuovo. Proprio ora che cominciavo capire qualche cosa delle vecchie, alè!, mi rivoluzioni tutto. <br />
Me ne farò una ragione, ci proverò, ma se leggerai che \"si getta nelle gelide acque del Metauro...\" sai perchè. Poi avere rimorsi e pentimenti servirà poco.<br />
Ciao.<br />
<br />
P.S. - Ti perdono.<br />

veramente a me il nuovo grigietto leggero leggero dei commenti mi sembra meno leggibile, quasi come fossero \"sconsigliati\" tutti.. ma forse è meglio così!

La prima volta che li guardi sono in neretto, come sempre, poi, per ricordarti che li hai già letti, vanno in grigetto. Serve ad evidenziare subito i nuovi commenti.

Forse sarebbe molto meglio fare un altro colore o carattere di scrittura, che il grigetto quasi illeggibile. Non sò..... vedi tu, Michele.

Mi pare che le novità siano più che utili, facilitare la lettura ed anche i commenti va molto bene. Michelangelo Tumini